Corso di Cicloescursionismo - Escursioni Roma e Lazio

"Il mondo è un libro pieno di Idee in Movimento da vivere con curiosità e passione!"
Vai ai contenuti

Corso di Cicloescursionismo

Corsi
Che cosa è il Cicloescursionismo?


Siamo abituati a camminare, le nostre escursioni ci portano a piedi con il passo lento e il piacere di vedere e scoprire, ma esiste anche un modo diverso e altrettando piacevole di viaggiare e di scoprire che può essere anche alternato al camminare, e prevede l'uso della bicicletta; si chiama Cicloescursionismo.

Il ciclo-escursionismo è uno dei modi per viaggiare e divertirsi facendo sport immersi nella natura. Prevede l'uso della bicicletta o talvolta con la bicicletta sulle spalle, si viaggia su strata e tra i boschi e valli nascoste alla scoperta di luoghi altrimenti inaccessibili.

Il ciclo-escursionismo è indicato soprattutto per coloro che, oltre a voler visitare un particolare luogo pedalando, vogliono viverlo nel suo aspetto più immediato, a contatto diretto con la natura, e sono pronti ad apprezzarne la fatica e la bellezza.

Il ciclo-escursionismo prevede la padronanza di diversi stili di guida, il cross country, il downhill e il freeride, perciò non è sufficiente che coloro che lo praticano siano dei buoni escursionisti e neppure soltanto avere forza nelle gambe, resistenza alla fatica, abilità di guida: servono determinazione e anche un po' di coraggio.

Per chi ha curiosità di sperimentare questa disciplina ed alternare sane camminate a piedi con un pò di pedalate Inforidea Organizza un Corso di Cicloescursionismo.

Corso introduttivo di Cicloescursionismo
Gli elementi di base del cicloescursionismo
Il corso ha lo scopo di fornire gli elementi di base per la pratica del ciclo escursionismo consentendo ai partecipanti di acquisire le competenze tecniche di guida e di meccanica di base necessarie per realizzare escursioni progressivamente più complesse, sia dal punto di vista tecnico sia dal punto di vista dell’impegno fisico.

Il corso e strutturato in varie fasi prevalentemente pratiche. Le prime escursioni si realizzeranno nell’ambiente rurale urbano di Roma, sfruttando le straordinarie opportunità che vengono offerte dal sistema dei parchi e delle riserve naturali della capitale, esse  sono ricche di importanti siti storici, archeologici, naturalistici ed artistici ciò renderà le uscite interessanti anche dal punto di vista culturale.

Le cicloescursioni saranno finalizzate sia alla acquisizione delle competenze tecniche sia alla scoperta del territorio, la bici consente infatti di esplorare l’ambiente in una dimensione empatica come nel camminare, ma il raggio di azione è più ampio tanto da consentire di fare escursionismo senza l’uso dell’automobile rendendo questa attività ancora più in linea con la sostenibilità ambientale. Raggiunto un livello adeguato ad affrontare escursioni più complesse faremo uso dell’intermodalità.

L’intermodalità ed il cicloescursionismo
 

L’esperienza dell’intermodalità mezzi pubblici/bici, (metro treno nave aereo)  è molto utile per chi non voglia  pedalare per lunghe distanze ma  anche, per chi voglia evitare una salita o una strada pericolosa e trafficata. L intermodalità è utile anche semplicemente per chi voglia iniziare a pedalare già fuori dal GRA. Magari per godersi la natura della provincia senza dover sprecare tempo e bile per strade a scorrimento veloce e consente di fare attività escursionistica nel pieno rispetto dell’ambiente. L’intermodalità ci consentirà inoltre di raggiungere  luoghi di rilevante interesse in poco tempo senza l’assillo del traffico al casello dopo l’escursione, essa è molto indicata per la progettazione e realizzazione dei cicloviaggi.
Il cicloviaggio
La realizzazione del cicloviaggio rappresenta la finalità principale di questo percorso, più che una fase conclusiva è in realtà la fase di partenza di un percorso alla scoperta dell’uso delle straordinarie possibilità della bicicletta come mezzo per l’esplorazione delle bellezze del nostro pianeta. Il cicloturismo si sviluppa in un quadro di profondo rispetto degli equilibri ambientali, esso è la forma di turismo più adeguata ad avviare circuiti di crescita economica, ciò senza determinare processi di destabilizzazione delle condizioni socioeconomiche ed ambientali delle aree sottoposte a pressioni legate allo sviluppo turistico. Molto spesso si pensa al turismo come un’industria a basso impatto ambientale ma in realtà è una delle attività umane più dannose per gli equilibri locali. La bici è li mezzo che più di ogni altro rispetta l’armonia dei luoghi oggetto di visita favorendo una conoscenza empatica e profonda del territorio e delle comunità locali.

   
I moduli di base in cui è strutturato il percorso sono strutturati in maniera da consentire la partecipazione con una competenza differenziata le ciclo escursioni sono strutturate per questa ragione con una parte didattica pratica ed una parte puramente dilettevole.

I moduli del percorso
Nelle cicloescursioni saranno affrontati i  seguenti argomenti
  • Il cicloescursionismo come pratica di gruppo
  • Meccanica di base
  • Tecnica di guida in ambiente urbano ed extraurbano
  • Abbigliamento tecnico
  • Alimentazione
  • Cartografia ed uso del gps
  • Siti dedicati all’ uso e alla progettazione delle tracce
  • Elementi per la progettazione di un’escursione
  • Elementi per la progettazione di un cicloviaggio

Programma delle lezioni e cicloescursioni e temi trattati

1 Lezione in Aula (4 ore):
Corso base per l'orientamento e l'uso del GPS
Il corso ha lo scopo di fornire ai partecipanti gli strumenti di base per l’uso del gps e di siti dedicati per attivita escursionistiche e cicloescursionistiche. E’ necessario munirsi di uno smartphone con sistema operativo android. Con l’uso di pochi semplici strumenti è oggi possibile progettare e controllare direttamente da casa percorsi molto interessanti dal punto di vista storico culturale e naturalistico.
Oltre che ad affinare le capacità di orientamento, l’uso di tali strumenti migliora moltissimo la qualità della performance fisica, essi forniscono infatti una notevole quantità di informazioni relative al percorso, ciò permette di modulare la propria prestazione in base alle proprie specifiche condizioni fisiche.
•Introduzione sulla tecnologia gps
•Installazione dell’applicazione orux maps
•Configurazione dell’app
•Wikilok come utilizzarlo nella versione free.
•Come scaricare e combinare le tracce.
•Organizzazione di una escursione
•Gpsies caratteristiche e proprietà
•Bikemap come costruire una traccia
•Come minimizzare il dislivello
•Google earth
•Come scaricare e visionare tracce klm
•Come visionare preventivamente un percorso

2.  Ciclouscita: Anello del Parco Appia Antica Caffarella Acquedotti
Dati del Giro: 30 km 250 m. livello tecnico facile

ARGOMENTI TRATTATI
  • Coretto assetto nella guida della bicicletta
  • Uso del cambio in sequenziale
  • Ciclofficina e meccanica di base

La prima escursione ci permetterà di avere una visione organica del bellissimo parco dell’Appia antica molto noto ma conosciuto ai più in modo frammentario e disorganico, è questa una classica escursione adatta a godere delle bellezze del nostro patrimonio storico artistico e naturalistico, la bici ci consentirà di averne una visione d’insieme permettendoci di scoprire le bellezze ma anche le criticità del sistema parco ancora presenti.
   
In questa uscita oltre alle specificità e alle bellezze del territorio verranno illustrati  gli elementi di base per l’uso della bici in sicurezza, le  nozioni saranno modulate in base alla preparazione fisica e tecnica dei partecipanti e due ore saranno utilizzate per imparare le piccole riparazioni dalla foratura a problemi del cambio.

3. Ciclouscita: da Bracciano al Mare  
Dati del giro: 50 km 300 m. livello tecnico medio facile
la seconda escursione ci porterà fino al mare partendo dal lago di bracciano una escursione che ci consentirà  di attraversare numerosi ambienti molto interessanti dal punto di vista naturalistico, attraverseremo la splendida macchia del lago di bracciano un percorso prevalentemente in discesa con ampi pianori e divertenti sterrati,essi ci daranno la possibilità di sfruttare le competenze acquisite sul uso delle traiettorie per le sterzate e l’adeguamento del assetto in movimento. L’ escursione si concluderà al mare presso la riserva naturalistica di Torre Flavia nei pressi della quale riprenderemo il treno per tornare a casa.

ARGOMENTI TRATTATI
  • L’uso delle traiettorie per le sterzate
  • L’uso combinato del cambio in rapporto alla pedalata
  • Lo zaino essenziale
  
Acquisito attraverso le prime escursioni un livello tecnico ed una preparazione fisica adeguata il percorso prevede la partecipazione ad un mini cicloviaggio  cosi da integrare le competenze fondamentali  fino ad ora  apprese con l’uso di strumenti essenziali come gps e siti dedicati per la partecipazione ad esperienze di viaggio più complesse.


Costo del Corso: 115 €
Presentazione gratuita:           
Sabato 28 Marzo 2020 Ore 16,30 presso sede Inforidea Viale Anicio Gallo, 3
  • Inizio Corso: aula Sabato 18 Aprile 2020 ore 9,30-13,30
  • 1 uscita: 09 maggio 2020
  • 2 uscita: 24 maggio 2020

Facoltativo:
06/07 Giugno 2020: Week end in Umbria:  La ciclabile Spoleto Assisi
Costo 175 €

- Primo giorno: da Spoleto a Bevagna
Dati giro 25 km 50 m. Livello tecnico facile
TEMI TRATTATI
  • L’uso del gps  attraverso lo smartphone
  • Applicazioni e siti dedicati per uso del gps

Il treno ci porterà fino alla splendida cittadina medioevale di Spoleto che potremo visitare in bici  scoprendone gli angoli più suggestivi e nascosti. Dopo la visita alla città percorreremo la lunga ciclabileprevalentemente in discesa che attraversa la campagna umbra.
nei pressi della prima meta del nostro cicloviaggio faremo sosta Presso il parco acquatico le Fonti del Clitunno patrimonio UNESCO una riserva naturale che rappresenta un esempio di buona gestione del nostro partrimonio storico artistico e naturale.  Se ci sarà tempo sosteremo in un famosa azienda vinicola recentemente rilanciata sul mercato come azienda  di punta della produzione vinicola umbra.
  
Riprenderemo la nostra bella ciclabile per raggiungere la Citta medioevale di Bevagna dove sosteremo per pernottare. Bevagna è un comune di 5000 abitanti ma in epoca Romana e stato un centro di grande importanza, l’attuale assetto urbanistico medioevale nasconde la struttura urbanistica romana, la citta è inserita tra i borghi più belli d’Italia la circolazione del traffico automobilistico  è quasi inesistente ciò la rende piacevolissima da visitare sia a piedi che in bici.
Rimasta sostanzialmente in posizione marginale dal punto di vista economico, negli ultimi 20 anni la città ha scoperto una nuova vocazione turistica divenendo, con i suoi prodotti d’eccellenza (vino e olio su tutti), l’intatta atmosfera medioevale e la varietà delle strutture ricettive, simbolo di una vita serena e semplice, oasi di pace e bellezza, lontana dagli eccessi della modernità.
 
La sosta a Bevagna ci consentirà di introdurre uno degli argomenti fondamentali nella pratica del  cicloescursionismo, l’uso del gps come strumento per l’ utilizzo e la creazione di pecorsi cicloescursionistici.
Tale strumento utilizzabile con un semplice smartphone ha enormi potenzialità in questa pratica, esso infatti consente di avere una conoscenza approfondita del territorio oltre che a migliorare  notevolmente la capacità di orientarsi in esso. La combinazione del uso del gps alla bici permette inoltre di poter coordinare la propria prestazione fisica in rapporto con le specificità del territorio migliorando notevolmentela propria performance e condizione fisica.
Questo strumento abbinato inoltre a l’uso di siti specifici rappresenta un mezzo efficacissimo nella realizzazione dei cicloviaggi ed escursioni anche in ambienti naturali molto complessi, per questa ragione esso è molto utile nella realizzazione di questa come di altre pratiche escursionistiche.

Secondo giorno: Da Bevagna ad Assisi
Dati giro 30 km 150 m.
TEMI TRATTATI
  • Come seguire una traccia
  • Come costruire una traccia
Livello tecnico facile
La nostra escursione ci porterà in breve in vista della ampia pianura sulla quale troneggia la Citta di Assisi,potremo godere del piacere di avvicinarci alla citta con lentezza, senza stress utilizzando la ciclabile e le belle stradine secondarie che ci porteranno a ridosso delle mura di una delle citta medioevali piùbelle del mondo. Lasceremo le bici nei pressi della città senza dover affrontare in bici il dislivello che sarebbe necessario  per raggiungere il centro storico. La visita alla città risulterà sicuramente più agevole a piedi non solo per le pendenze e gli stretti vicoli ma  anche a causa del affollamento dei turisti. Risaliremo in bici solo per raggiungere la stazione da dove riprenderemo il nostro treno per Roma.



Referente progetto: AEV Francesco Scalamonti 3488109712
Ti piacerebbe partecipare a questo nuovo progetto?
Contattaci al 0693575476 - 3926875973 oppure invia una mail a info@inforideeinmovimento.org ti ricontatteremo presto!
Puoi compilare anche il Form in Basso






 Corso Cicloescursionismo

© Associazione Inforidea Idee In Movimento CF 08396431002
Torna ai contenuti